non più di un post al giorno, pubblicazione in tempo reale, argomento libero, niente contro-post ma commenti

martedì 6 luglio 2010

in barca

di alberto

Con Sandra, Dida e Aldo, i miei fratelli, e la nipote Paolina, oltre a qualche occasionale infiltrato, abbiamo da qualche anno l'abitudine di ritagliarci una settimana per fare un trekking da qualche parte. L'anno scorso invece abbiamo affittato una barca e ci siamo fatti un bellissimo giro per le isole pontine. quest'anno abbiamo ripetuto l'esperimento nell'arcipelago toscano.
Lo skipper, Michele Isman, oltre ad essere un amico di famiglia, è formidabile, non ha alcuna parentela con quei nazisti dell'Illinois che hanno fatto la scuola di vela a Caprera e si ritengono in dovere di rivalersi delle angherie subite sottoponendo ad analoghe sevizie i loro equipaggi. Michele al contrario è di carattere dolce e non si infuria mai, anche in presenza di una ciurma di infingardi come la nostra. Appena possibile si naviga a vela, sennò ci si rassegna al motore. Si fanno bagni magnifici dalla mattina presto fino al tramonto, dovunque ci venga la voglia. La navigazione si arricchisce di incontri emozionanti: l'anno passato abbiamo pescato uno splendido tonno e un'aguglia imperiale, questa volta una enorme lampuga...
abbiamo, naturalmente, si dice per dire: la operazione di recupero di pesci di queste dimensioni non è una attività per mollaccioni di città come noi. Peggio, succede che tifiamo per il pesce, salvo rassegnarci – e leccarci i baffi – a cose fatte. Se possibile ancora più emozionanti, l'anno scorso l'incontro con un paio di delfini, quest'anno con una intera tribù che a lungo ha giocato con noi.
non mi è riuscito di caricare il video direttamente, ma lo potete trovare qui:
http://www.facebook.com/video/video.php?v=1466313616123&oid=62768372400